Cerca nel sito




Onoterapia
Onoterapia L' Onoterapia è una Terapia Assistita dagli Animali (TAA). E' un intervento individualizzato sul paziente, utilizzata a supporto delle terapie tradizionali, per la cura della patologia di cui egli è affetto ed è praticata mediante animali appositamente educati.
Essa è finalizzata al miglioramento di disturbi della sfera fisica, motoria, psichica, cognitiva o emotiva.
E' progettata sulla base delle indicazioni sanitarie e psico-relazionali fornite dal medico e/o psicologo di riferimento del paziente e prevedono precisi obbiettivi ed indicatori di efficacia.
Le TAA sono praticate in sedute individuali o di gruppo e sono frutto di un progetto individualizzato per paziente e per patologia, strutturati in fasi costantemente monitorate, con obbiettivi iniziali, intermedi e finali.
L'adozione di interventi con il coinvolgimento di animali persegue determinati obbiettivi terapeutici:
  • cognitivi: recupero di alcune funzioni cognitive o miglioramento di quelle residue (memoria, attenzione, linguaggio, pensiero, etc.);
  • comportamentali: controllo iperattività, rilassamento corporeo, acquisizione di regole;
  • comunicativi: miglioramento delle capacità espressive e ricettive (sia verbali che non verbali);
  • psicosociali: sviluppo e miglioramento di abilità relazionali, rispetto dell'altro e cooperazione;
  • affettivi: sviluppo della capacità di dare cura e accudimento, acquisizione di uno stato di sicurezza affettiva;
  • emotivi: miglioramento nelle capacità di espressione e regolazione delle emozioni, sviluppo e/o rafforzamento della capacità empatica;
  • somato-motori: potenziamento dell'area cinetica e della competenza nella realizzazione di particolari movimenti e abilità motorie, stimolando l'indipendenza fisica.
Le Attività Assistite dagli Animali e l'Educazione Assistita dagli Animali (AAA/EAA) consistono in interventi individualizzati di tipo educativo-ricreativo e di supporto psico-relazionale, finalizzati al miglioramento della qualità della vita di varie categorie di utenti (bambini, anziani, soggetti svantaggiati, soggetti portatori di handicap, pazienti ospedalizzati, pazienti psichiatrici, etc.) e realizzati mediante animali in possesso di adeguate caratteristiche.
A livello emotivo-affettivo, l'animale può fungere da "mediatore emozionale" soprattutto in situazioni difficili e stressanti. Inoltre favorisce relazioni sociali positive tra utenti partecipanti alle attività.
Intervenendo nelle aree motivazionali, emozionali, cognitive e cinestetiche, tali interventi contribuiscono a rafforzare le risorse interne del soggetto, a rinforzare l'autostima, a promuovere l'integrazione sociale e relazionale, coinvolgendolo in esperienze ricche di significato e migliorandone così il livello di benessere globale.

A chi?
Le TAA/AAA/EAA trovano applicazione in diverse situazioni quali:
  • Difficoltà comportamentali e di adattamento socio-ambientale
  • Difficoltà dell'ambito relazionale nell'infanzia, fanciullezza e adolescenza
  • Disturbi Pervasivi dello Sviluppo (Disturbo Autistico, di Asperger, di Rett, etc.)
  • Disturbi Specifici dell'Apprendimento (Dislessia, Disgrafia, Discalculia)
  • Disturbi del Comportamento in età evolutiva (Disturbo da Deficit dell'Attenzione e Iperattività, Disturbo della Condotta, Disturbo Oppositivo-Provocatorio)
  • Sindrome di Down
  • Condizioni di malattia e/o disabilità
  • Disturbi d'Ansia e dell'Umore
  • Disturbi della Personalità
  • Disturbi dell'Adattamento
  • Disturbi Post-Traumatici da Stress
  • Disturbi cognitivi/neuro-psicologici
  • Disagio emozionale
  • Situazioni di istituzionalizzazione di vario tipo (istituti per anziani e pazienti psichiatrici, RSA, comunità per 

Ortoterapia e Garden Therapy
Ortoterapia e Garden Therapy L'Horticultural Therapy  o Ortoterapia è una disciplina che usa le piante, l'attività di giardinaggio e l'innata affinità che sentiamo verso la natura, come mezzo professionale in programmi di terapia e riabilitazione.
L'Ortoterapia, oltre ad offrire numerosi benefici a livello fisico, cognitivo, psichico, emozionale e socio-relazionale, possiede dei vantaggi rispetto ad altre tecniche riabilitative.
Prima cosa importante da dire è che nell'Ortoterapia, così come succede nella Pet-Therapy, non si ha a che fare con oggetti inanimati, ma con organismi viventi, in quanto la pianta è viva.
La pianta reagisce in vari modi all'impegno o alla negligenza del paziente in terapia, ma senza critica, solo lui è responsabile del mantenimento o della distruzione della stessa.
Tra i numerosi effetti benefici, osservabili clinicamente e capaci di ridurre gravi situazioni di disagio o limitazioni psico-fisiche, ne possiamo citare alcuni:
  • sviluppo del coordinamento motorio, incremento della resistenza e controllo della forza;
  • miglioramento delle capacità di apprendimento, percezione, concentrazione e attenzione, orientamento nello spazio;
  • aumento della fiducia in se stessi e nelle proprie capacità;
  • innalzamento dell'umore e controllo degli stati d'ansia;
  • miglioramento della comunicazione ed a livello socio-relazionale (combattendo ad es. il senso di isolamento, di solitudine e di inutilità in persone con disabilità o negli anziani soli, soprattutto se costretti in ambienti limitati come case di cura o di riabilitazione).
Molti studi hanno evidenziato i numerosi benefici che lo stare a contatto con l'ambiente naturale può apportare ai bambini, per esempio il favorire un aumento della concentrazione e dell'autodisciplina.
A livello cognitivo favorisce la creatività e l'immaginazione, la capacità di linguaggio, la capacità di osservazione, la consapevolezza e la motivazione.
Lo stare in natura aiuta i bambini ad affrontare l'impatto allo stress ed alle avversità della vita, agevolando lo sviluppo dell'indipendenza e dell'autonomia.
Inoltre è un buono strumento per la socializzazione, favorendo l'interazione, la cooperazione e la collaborazione tra coetanei.

Per il bambino la realizzazione di un orto risveglia la creatività: creare significa far nascere qualcosa che prima non c'era. Creare è inventare, dare una forma materiale a ciò che prima era solo un'idea.
La creatività permette di collegare il mondo interiore con quello esteriore, allarga gli orizzonti della mente e insegna a guardare con occhi sempre nuovi la realtà.
Attraverso "l'Arte dell'Orto" (la progettazione e la realizzazione dell'orto può essere considerata una particolare forma di arte) si stimolano e si da struttura alle idee, è possibile esprimere emozioni e sentimenti, aprendo le porte dei nostri territori sconosciuti, ed è possibile espandersi, in quanto serve a star bene e ad essere felici.

HOME
CHI SIAMO
CONTATTI
DOVE SIAMO

IL NOSTRO TERRITORIO ED I SUOI ABITANTI
Foto di Marcello Belli
Letture consigliate
L'Asino che cura - Prospettive di Onoterapia                             Patrizia Reinger Cantiello. Ed. Carocci Faber

Io e gli asini - attività di mediazione con l'asino           Eugenio Milonis. Ed. Fausto Lupetti

La Pet Therapy                     Proietti e La Gatta. Ed. Xenia

La Garden Therapy - Giardinaggio e benessere                            Laura Rangoni. Ed. Xenia

Il Giardino che cura               Cristina Borghi. Ed.Giunti

Introduzione all'Ortoterapia            Hank Bruce. Ed. Macroedizioni

Ecopsicologia                               Marcella Danon. Ed. Urra